Street Art alla romana

I QUARTIERI - ROMA

La capitale scoperta attraverso i quartieri più caratteristici e popolari dal Quadraro a San Basilio, dal Pigneto alla Magliana, da Ottavia a Primavalle, palazzi muri e scalinate diventano opere d’arte per mano dei più influenti artisti di strada al mondo.

A Roma la street art è diventata una vera e propria tendenza. Non a caso, sono diversi i quartieri che hanno come caratteristica principale quella di essere dei veri e propri musei a cielo aperto. Tra i quartieri che sono maggiormente rappresentativi dell'arte di strada c'è il Quadraro, il quartiere Ostiense e Tor Marancia, il quartiere Torpignattara e Pigneto. Assolutamente da visitare anche il quartiere Magliana, quello Ottavia e Primavalle.
Si tratta di quartieri molto popolosi che stanno vivendo una nuova veste grazie a uno stile più giovane che ha dato un ulteriore fermento a queste zone. In particolare, il Quadraro è un quartiere che proprio come quello San Basilio, Pigneto e Ostiense in questo periodo sono oggetto di riqualificazione e stanno diventando zone prese di mira da artisti di strada internazionali ed italiani. Il quartiere Quadraro così come quello Magliana, Primavalle oppure Ottavia sono dei veri e propri musei a cielo aperto e stanno diventando luoghi di turismo per giovani da quando sono diventati oggetto di riqualificazione visiva.

Il quartiere Quadraro
Il quartiere Quadraro si trova presso il sesto municipio di Roma ed a metà strada dal quartiere Tuscolano. È possibile entrare in questa cittadina attraversando Porta Furba, prima di Don Bosco - Cinecittà e sulla via tuscolana. Il quartiere è stato costruito nei primi 20 anni del 900 ed era nato come una zona residenziale dove dovevano sorgere case ad un massimo di 3 piani e ricco di molte aree verdi. Però, nel corso del tempo c'è stata un'edificazione un po' più selvaggia e quindi il quartiere è diventato simbolo di un ricco contesto urbano.
Nel corso degli anni si è arricchito di opere d'arte che è possibile visitare gratuitamente trasformando questa area nel museo a cielo aperto del M.u.r.o.. Già nel tunnel del Quadraro si trovano opere murales fatte da artisti più o meno famosi, come Joe Pistone, Ron English e non solo. Al largo dei Quintili c'è il murales evocativo del rastrellamento di Roma del 1944.
Questa particolarità del quartiere Quadraro ha contagiato anche altre aree cittadine romane che, stanno seguendo lo stesso esempio, riqualificandosi con l'aiuto di associazioni locali, da un punto di vista storico-culturale ed artistico.

I quartieri Ostiense, Tor Marancia e San Basilio
Il quartiere Ostiense è stato protagonista nel corso degli ultimi anni dell'iniziativa Ostiense district. Questa iniziativa serve a promuovere quest'area particolare della città di Roma che si trova tra San Paolo e Piramide, poco fuori dalle zone turistiche. Tutte le strade del quartiere sono caratterizzate dalla presenza di murales così come accaduto a Tor Marancia dove, nel corso dell'evento Big City Life, alcuni artisti provenienti da diversi paesi europei e non solo, hanno riqualificato le facciate di diversi palazzi popolari. I palazzi sono stati arricchiti con delle opere d'arte che è possibile visitare gratuitamente. Un altro quartiere che è rientrato in questa logica è il quartiere San Basilio. Nell'ambito del progetto San.Ba., i giovani del quartiere insieme a degli artisti della street art, hanno abbellito tutte le aree di questa zona.
I murales sono stati regalati a questa zona della città da Agostino Iacurci e dallo spagnolo Liquen.

Il quartiere Pigneto e Torpignattara
Il quartiere Pigneto e quello Torpignattara sono stati abbelliti dagli artisti di strada nel corso degli anni a partire da un progetto chiamato 'Light up Torpigna'. L'associazione Wunderkammern ha iniziato la riqualificazione a partire del 2015. Gli attivisti hanno portato sul posto vari artisti della street art nel territorio e sono stati riqualificati tutti i muri del quartiere. Adesso queste zone sono diventate dei musei a cielo aperto e hanno assunto un'importanza cruciale anche nel mondo turistico giovanile, che è molto interessato a questo tipo di arte.
Il quartiere Pigneto, invece, è un'area urbana del Quinto Municipio di Roma ed è facilmente raggiungibile tra via Prenestina Casilina, Acqua Bullicante e piazzale Labicano. E' un quartiere da visitare, assolutamente da non perdere: vi darà la possibilità di scoprire la bellezza anche delle aree suburbane di Roma.

Il quartiere del Trullo e quello della Magliana
Il quartiere della Magliana è una zona di Roma che si trova nel XI municipio e con il tempo sta cambiando la sua forma. È possibile seguire la bellezza di questi itinerari che caratterizzano il quartiere della Magliana e del Trullo, che sono caratterizzati dalla presenza di numerosi murales. Ad esempio, è possibile trovare murales in via Ventimiglia al Trullo o poter vedere le bellezze dei murales dei 'poeti del Trullo'.

I quartieri Ottavia e Primavalle a Roma
Il quartiere Ottavia è una zona di Roma nell'Agro Romano del XIV municipio. Poco distante c'è il quartiere Primavalle. Anche questi quartieri sono diventati oggetto di trasformazione grazie alla street art. Infatti nel quartiere Ottavia, la street art di Pepsy ha fatto rinascere alcuni palazzi degradati o abbandonati.
Presso la stazione di Ottavia è presente un bellissimo murales realizzato da Dukan e Pepsy. Invece, presso la stazione di Appiano se ne trova uno dello stesso tenore. Tra gli altri quartieri che primeggiano per la presenza di arte che rimanda alla street art, ci sta anche quello Primavalle. Si trova sempre nel XIV Municipio ed è diventato anche questo oggetto di un interessante meccanismo di riqualificazione. Come gli altri quartieri, Primavalle ha iniziato un nuovo percorso con il progetto dei "Muracci nostri".
Entra nell'ambito di questo progetto l'iniziativa del 'Poeta del nulla' che ha dato vita a un nuovo volto che ha arricchito questa zona cittadina. La rinascita delle periferie romane ha preso a Primavalle dei bellissimi risvolti dando vita ad un collettivo artistico popolare in cui sono presenti numerosi elementi che richiamano alla festa e alla bellezza della città. Si tratta di opere che è possibile scovare in varie strade di quartiere. Alcuni dei murales più belli sono quelli che si trovano in via Federico Borromeo, ma anche in via Ascalesi ed in via Pietro Bembo. Sulla pista ciclabile all'altezza della stazione Monte Mario è stato anche realizzato un murales al celebre jazzista Massimo Urbani, che era proprio di quella zona ed è morto prematuramente.
Insomma, si tratta di una vera e propria Street Poetry che dà la possibilità al quartiere di emergere sotto una nuova veste.

La rinascita delle periferie romane
Un disegno davvero particolare quello che sta caratterizzando le periferie romane nel corso degli ultimi mesi e che sta prendendo una piega interessante grazie all'impegno dei cittadini del comprensorio che hanno deciso di dare una nuova vita ai quartieri cittadini. Nel caso di Primavalle è stata l'associazione "Vengo da Primavalle" a finanziare parte dell'acquisto dei materiali per i murales e quindi i costi sono stati sostenuti dai cittadini stessi che hanno dimostrato così la loro voglia di ristrutturare quasi integralmente il quartiere capitolino.

4 Recensioni StelleStelleStelleStelleStelle

Teresa e Antonio - MilanoStelleStelleStelleStelleStelle
febbraio 2018

Mi è piaciuta molto la visita che abbiamo fatto a gennaio nel quartiere Ostiense. Alloggiavamo proprio lì e ci hanno consigliato di visitare tutte le aree della zona per scovare i murales. Ostiense è un quartiere molto comodo: è a ridosso del centro, ma lontano dal caos. È stato davvero sorprendente scoprire l'altra faccia di Roma, al di là dei suoi monumenti e della sua ricchezza storico-culturale.

Giacomo - PescaraStelleStelleStelleStelleStelle
febbraio 2018

Il quartiere del Trullo è stata una bellissima scoperta. I poeti del Trullo hanno fatto davvero un ottimo lavoro in questa zona della città. Mi ha molto sorpreso anche come i cittadini e gli artisti del gruppo "I poeti del Trullo" abbiano rimesso a nuovo le aree più degradate.

Gemma - ModenaStelleStelleStelleStelleStelle
settembre 2017

Nel quartiere Pigneto è possibile respirare la nuova arte: è un museo a cielo aperto. Visitarlo non costa niente: è possibile raggiungere il quartiere facilmente con i mezzi pubblici. Il consiglio è quello di fare un salto anche nel quartiere Quadraro che si contraddistingue sempre per la presenza di numerosi esempi di murales e opere d'arte di vario genere.

Marisa - Padula (SA)StelleStelleStelleStelleStelle
ottobre 2016

Ho visitato il quartiere Primavalle quando sono stata a Roma la scorsa estate. Si tratta di una zona davvero particolare in cui è possibile scoprire tutti i segreti della Street art. In particolare, ho amato molto il murales di via Federico Borromeo che mi ha attratta particolarmente. Mi hanno consigliano di vedere questa zona della città e ne sono rimasta entusiasta! Consigliatissima!

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo Relais Vatican View, ideale per scoprire Roma grazie alla sua posizione strategica.

Scopri Relais Vatican View

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Acconsento si autorizza l'uso dei cookie.

ACCONSENTO